UNIVERSITA’ DI LEIDEN: UNA RICERCATRICE VERONESE E’ LA “DISCOVERER OF THE YEAR 2019”

 di Enrico Andreoli La migliore scoperta del 2019 è veneta. La Facoltà di Scienze dell’Università di Leiden, la più antica d’Olanda, ha conferito lo scorso mese di gennaio il premio “Discoverer of the Year” alla ricercatrice Irene Battisti, di Tregnago in provincia di Verona, per aver costruito il microscopio più stabile al mondo in grado di scansionare immagini di atomi ad una definizione mai vista prima. La cerimonia è avvenuta in occasione dell’apertura dell’anno accademico nell’ateneo nederlandese e il riconoscimento è stato conferito direttamente dal Magnifico Rettore Carel Stolker. Laureatasi in Fisica all’Università di Padova, Irene, era giunta a Leiden con il progetto Erasmus e vi era ritornata nel 2015 per il Dottorato post-laurea (concluso nel maggio 2019), costruendo in due anni e mezzo il microscopio (il quale consente di aprire la strada a nuove scoperte, soprattutto nel campo della fisica dei superconduttori ad alte temperature) – coadiuvata da due…

Leggi Altro