Il maltempo fa strage di vongole

Pioggia, vento e mareggiate mettono a rischio i tradizionali spaghetti con le vongole della vigilia di Natale. A far scattare l’allarme è Fedagripesca-Confcooperative che in questi giorni ha verificato una strage di lupini, la vongola Venus Gallina autoctona del Mediterraneo pescata in mare a differenza della “filippina” che invece viene allevata Migliaia gli esemplari spiaggiati lungo le coste intorno a Chioggia, come fa sapere Fedagripesca-Confcooperative, secondo la quale per ora è impossibile quantificare i danni. Le violente mareggiate hanno spazzato via interi banchi di vongole che si trovavano a circa 600 metri dalla costa, lasciandole senza acqua. Ed è proprio nell’Alto Adriatico, tra Veneto, Friuli e Emilia-Romagna che è concentrato il 50% della produzione nazionale di questo tipo di vongole, spiega il presidente di Fedagripesca-Confcooperative, Paolo Tiozzo. La produzione di lupini e di poco meno di 20 mila tonnellate su un totale di 60 mila tonnellate, compresa la filippina. A…


A CastelBrando sarà allestito il Presepe di ghiaccio più grande d’Italia

Prima edizione di “CastelBrando Christmas Ice”, manifestazione dallo spirito natalizio in programma dal 7 dicembre al 6 gennaio, in uno dei più antichi castelli d’Europa con oltre duemila anni di storia, incastonato tra due dei più bei borghi d’Italia, Cison di Valmarino e Follina, nel cuore nelle colline del Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene, patrimonio Unesco. „L’evento si svolgerà tra il Teatro Tenda e l’attigua Chiesetta di San Martino con mostre di pittura e scultura, presepi di artigianato locale, laboratori ed attrattive per i più piccini. A rendere magica l’atmosfera il più grande albero di Natale vivente d’Italia, un cedro dell’Atlante di oltre 200 anni ed un’altezza superiore ai 33 metri. Per illuminarlo è necessario l’intervento di scalatori professionisti che eroicamente lo addobbano raggiungendone la cima. Ad arricchire l’offerta il Presepe di ghiaccio più grande d’Italia con 50 metri quadrati di teca a temperatura controllata (-10° gradi) con all’interno almeno 15 statue a grandezza…


Qualità della vita, Treviso tra le migliori in Italia: è al settimo posto

Trento è la città italiana dove si vive meglio ma Treviso e la sua Provincia non sono certo da meno. Lo dimostra il settimo posto conquistato dalla Marca nella classifica nazionale dedicata al vivere bene. Per Treviso un salto di ben due posizioni in più rispetto al nono posto dell’anno scorso. Un risultato che pone il capoluogo di Marca come una delle città in Italia con i migliori livelli di qualità della vita nel Belpaese. Nel rapporto pubblicato da Italia Oggi (in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma) sono state incluse informazioni statistiche dettagliate sul tenore di vita, istruzione, formazione e capitale umano e altri importanti indicatori di analisi. Nel 2019 la qualità della vita in Italia è complessivamente migliorata. Oggi sono 65 su 107 le province italiane in cui la qualità di vita è buona o accettabile: un dato che risulta il migliore degli ultimi cinque anni. Nel 2015, infatti, le province in cui “si…


Convegno Serit a Valeggio , nell’ambito della settimana europea dei rifiuti

“ Non sprecare. Conosci, cambia, previeni”, questo il tema del convegno promosso da Serit, società presieduta da Massimo Mariotti, ed ospitato a Valeggio sul Mincio a Villa Sigurtà. Un appuntamento che ha concluso la settimana europea dei rifiuti voluta e patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana di Unesco, dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e numerosi organismi a livello locale. Col sostegno di alcune realtà tra le quali Valbuzzi, H.C.M., Trattoria Al Bersagliere, Salumificio Colombo, Vini Seiterre, Istituto Alberghiero Luigi Carnacina. “ Una giornata che abbiamo dedicato agli amministratori dei 58 Comuni che serviamo, ma anche agli altri, perché stiamo facendo un percorso al fine di recuperare il più possibile e sprecare il meno che si può, e non solo a livello alimentare”, spiega Mariotti.” La raccolta differenziata è un’ottima medicina alla malattia dei rifiuti perché in Italia, così come nel mondo, ne stiamo producendo troppi”….


Le cornamuse suoneranno in Gran Guardia

Un evento molto apprezzato dai cittadini, che negli ultimi anni hanno partecipato sempre più numerosi, con richieste superiori ai posti disponibili. È l’evento ‘Verona Scottish Christmas’, concerto gratuito che si svolge nell’auditorium della Gran Guardia sabato 7 dicembre alle 21. Per favorire la più ampia partecipazione ed evitare che ci siano cittadini che rimangono fuori dallo spettacolo a pochi minuti dall’inizio, quest’anno il Comune ha previsto l’ingresso con biglietto di invito. Si tratta di un biglietto gratuito che i cittadini interessati devono ritirare al Box Office di via Pallone, 16. Gli inviti, la massimo due per persona, sono disponibili dal 26 novembre, negli orari 9.30-12.30 e 15.30-19.30. Nella serata del concerto, ai possessori dell’invito si chiede di entrare all’auditorium entro le 20.40, dopodichè i posti ancora liberi saranno assegnati ai cittadini che ne faranno richiesta. L’evento, organizzato dall’associazione culturale Verona Swing in collaborazione con l’assessorato al Decentramento, apre il periodo natalizio con…


Doppio intervento di cataratta , nonna Emma torna a vedere a 100 anni

VENEZIA.  Una delle prime cose che ha fatto, riconquistata la vista, è stata quella di giocare a carte con i nipotini che hanno tifato per la risciuta dell’operazione alla cataratta della nonna centenaria. Già, perchè nonna Emma di Mira, alla veneranda età di 100 anni ha subito un intervento di cataratta su entrambi gli occhi. Ad eseguire l’operazione è stata l’équipe di Oculistica dell’Ospedale di Dolo della Ulss 3, diretta dal primario Romeo Altafini. «La signora Emma – ha raccontato il primario – ha effettuato da noi una visita specialistica di oculistica che, in quella occasione, ha diagnosticato un importante problema alla vista che non le consentiva più di muoversi in autonomia e di poter svolgere le sue, pur semplici, attività quotidiane, come quella di guardare i suoi programmi preferiti alla televisione. Una signora che, pur essendo davvero anziana, è davvero in buone condizioni di salute: mi ha raccontato che…


Appuntamento immancabile per Durello & Friends

Tutto si annuncia per il meglio, gli ultimi dettagli,  dedicata allo spumente Berico/Scaligero, collocata in una cornice unica come quella della Gran Guardia nel cuore pulsante di Verona, Domenica 24 Novembre e Lunedì 25 Novembre avrà luogo Durello & Friends. Per gli appassionati, i curiosi e gli intenditori ci saranno 30 aziende a deliziare , occhi, olfatto e palato, con le nuove annate di spumanti fatti sia in metodo  italiano che in metodo classico. Giunta con successo quest’anno la manifestazione compie 19 anni. Gli abbinamenti al vino saranno numerosi, come ad esempio per la città di Vicenza LA MARESCIALLA di Selva di Montebello, e AL PESTELLO sempre di Vicenza, mentre a rappresentare il territorio veronese ci saranno la TRATTORIA FATTORI di Roncà e AL CALLIANINO di Montecchia di Crosara, i consorzi del formaggio Monte veronese D.O.P. e Asiago D.O.P. uno spazio sarà anche dedicato all’olio d’oliva Valpolicella D.O.P. Ci saranno…


La Clinica San Francesco riconosciuta come «Struttura di riferimento per la chirurgia robotica ortopedica» della Regione Veneto

  di Enrico Andreoli VERONA 12 Novembre 2019. La Clinica San Francesco di Verona raggiunge un importante e prestigioso traguardo nella propria storia medico-istituzionale. La struttura, difatti, è stata recentemente riconosciuta come «Struttura di riferimento per la chirurgia robotica ortopedica» da parte della Regione Veneto, in virtù di una delibera della Giunta regionale datata 14 maggio 2019 che individua la Clinica come struttura ospedaliera competente, specializzata e dedicata alla chirurgia robotica ortopedica. Tale riconoscimento avviene nell’ambito della riorganizzazione della rete ospedaliera veneta, prevista dal Piano socio-sanitario regionale 2019-2023. La Clinica, già struttura accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, è all’avanguardia negli interventi protesici robotizzati di anca e ginocchio, dove il dottor Piergiuseppe Perazzini, responsabile dell’Unità Funzionale di Ortopedia e Traumatologia, ne rappresenta il pioniere e leader a livello europeo, avendo realizzato nel 2011 il primo intervento di protesi parziale di ginocchio con metodica robotica Mako al di fuori degli Stati…