Qualita’ della vita: Belluno al terzo posto

di Enrico Andreoli BELLUNO 19 Marzo 2017.Il Veneto conquista il terzo posto nella classifica 2016 sulla qualità della vita nei capoluoghi italiani stilata da “Italia Oggi”, in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma; il merito è della città di Belluno.La civitas dolomitica nella graduatoria italica viene preceduta da Mantova e Trento, mentre Vicenza e Verona si posizionano rispettivamente al nono e al quattordicesimo posto.Scendendo più nel dettaglio si rileva che la comunità di Treviso e sempre di Belluno sono sul podio nell’aspetto della sicurezza cittadina, dietro alla friulana Pordenone. E in questa particolare lista la ‘casa del Palladio’ raggiunge la sesta piazza.Vicenza poi è seconda dopo Bolzano come minore tasso di disoccupazione (Belluno, Verona e Venezia al settimo, all’ottavo e al quindicesimo posto).Infine il municipio “buzzatiano” si aggiudica la medaglia d’oro regionale nell’ambito dell’ambiente.Un viver bene che altro non fa che nobilitare quella terra stretta tra il Benaco catulliano,…


Rana apre il primo ristorante in Germania

Giovanni Rana inaugura il suo primo ristorante in Germania, nel cuore di Berlino. Si tratta del quarto ristorante aperto dal Gruppo Rana nel mondo, che si aggiunge agli altri ristoranti europei di Londra e Lussemburgo e a quello oltre oceano di New York.Il nuovo ristorante tedesco si affianca anche ai 22 ristoranti «Giovanni Rana» presenti in Italia. Con questa apertura prosegue l’espansione sia in Italia che all’estero della ristorazione firmata Rana. Il nuovo ristorante «Giovanni Rana» si trova nel Mall of Berlin, il grande centro commerciale della città situato nella centralissima Leipziger Platz, a pochi passi dalla famosa porta di Brandeburgo e dal Palazzo del Reichstag. «Sono molto felice di essere a Berlino, nel cuore della Germania. – dichiara Giovanni Rana – . Una città vibrante, cosmopolita, crocevia di culture diverse e di tante tradizioni culinarie. Luogo ideale per portare non solo la nostra pasta fresca, ma anche tutta la…


Save: a Verona ad aprile una crescita record

Nel solo mese di aprile l’aeroporto di Verona, gestito da Catullo (controllata al 40,3% da Save), ha visto transitare oltre 223mila passeggeri, in crescita del 25% rispetto all’analogo periodo del 2016. L’aeroporto scaligero ha chiuso il primo quadrimestre del 2017 con oltre 745mila passeggeri, in aumento del 13% grazie alle compagnie aeree Volotea, Ryanair e Neos che hanno consolidato la loro posizione di primi vettori dello scalo per volumi di traffico. La crescita nel periodo è stata favorita anche dalle nuove rotte su Amburgo, Berlino e Norimberga, che hanno contribuito ad un incremento del 27% del mercato tedesco.Altri fattori determinanti sono stati il nuovo slancio del turismo invernale proveniente dalla Russia con una conseguente crescita del 18% di questo mercato, la ripresa di voli per località sul Mar Rosso e il consolidamento del segmento di lungo raggio leisure con particolare riferimento a Cuba, destinazione che ha triplicato i volumi di…


Scarpe ,Treviso è seconda in Italia per export

TREVISO. La Marca fa la voce grossa nel settore delle calzature, e con un 2016 da record sale sul secondo gradino del podio nazionale dei distretti, dietro a Firenze e davanti a Milano. È l’export, nonostante le tensioni con Russia e Stati Uniti, a trainare le calzature trevigiane: nel 2016 si è superato il miliardo di euro, con un balzo del 6,1 per cento rispetto al 2015. I numeri (incoraggianti) emergono da uno studio nazionale di Assocalzaturifici basato su dati territoriali dell’Istat, e abbracciano sia i produttori di calzature finite (eccetto quelle da sci e snowboard) che la filiera delle principali componenti, un quadro quindi più ampio rispetto a quello dello Sportsystem che pure, nelle scorse settimane, grazie ai buoni risultati dell’export aveva attirato a Montebelluna e dintorni importanti investitori americani. Il report di Assocalzaturifici dice, in sostanza, che la crisi nel distretto trevigiano delle calzature è finita nel 2009,…


Intervista ad Angelo Paratico autore di ” Un intellettuale cinese nel Rinascimento italiano”

  Incontriamo Angelo Paratico al FCC di Hong Kong, il leggendario club dei corrispondenti esteri e ci sediamo nella Quiet Room dove sedeva Tiziano Terzani, proprio sotto alla targa della Reuters di Saigon, strappata dal muro nei giorni dell’invasione nordvietnamita. Vicino all’entrata sta il busto bronzeo di Richard Hughes, il brillante giornalista australiano che appare nei romanzi di John Le Carrè e di Ian Fleming. Egli par quasi fissarci con severità, mentre parliamo all’autore e prendiamo nota. Allora, Angelo, il tuo libro su Leonardo Da Vinci sta finalmente per uscire in Italia? Credo sia già uscito, in versione cartacea ed ebook, presso Gingko editore di Bologna e fra tre mesi uscirà in Corea. E in Cina? Il mercato dei libri in Cina è complicato, ma sono in contatto con un agente per una possibile riduzione cinematografica, pur trattandosi di un libro storico e non di un romanzo. OK, non-fiction, ma…


Bpvi e Veneto Banca assemblea a Vicenza

VICENZA. Ha preso il via l’assemblea dei soci di della Banca Popolare di Vicenza. All’ordine del giorno è prevista l’approvazione del bilancio 2016 che si è chiuso con una maxi perdita da 1,9 miliardi. All’assemblea è presente il 99,34% del capitale. Sono, con le deleghe, solo 302 soci. Sit in in entrata di lavoratori e sindacati contro il piano tagli. Sventola lo striscione: “Governo sveglia, 5300 famiglie sono a rischio”.Si è aperta anche la riunione dei soci di Veneto Banca per l’approvazione del bilancio 2016 chiuso con un rosso di oltre 1,5 miliardi di euro. I soci presenti rappresentano il 97,65% del capitale sociale.Vale la pena di ricordare che la Popolare di Vicenza e Veneto Banca sono in odore di fusione per il salvataggio. Il dossier delle due venete è ancora sul tavolo della Bce, di cui l’ad Bpvi Fabrizio Viola non dà aggiornamenti nè novità fino al 27 aprile,…



Ferita in Kenya Kuki Gallmann, ambientalista di origini trevigiane

La scrittrice ambientalista di origine trevigiana, Kuki Gallmann, è stata ferita in modo grave domenica mattina mentre si trovava nella riserva privata che dirige in Kenya.La riserva Laikipia Nature Conservancy si trova nella regione centrale del paese africano, in questo periodo colpita da una forte siccità.Kuki Gallmann, 73 anni, sarebbe stata colpita allo stomaco e trasportata a Nairobi con un elicottero militare.Sulla base della sua autobiografia, «Sognando l’Africa», è stato tratto nel 2000 un film che aveva come protagonista Kim Basinger.La polizia ipotizza un attacco da parte di persone appartenenti all’etnia Pokot, le cui greggi sono duramente colpite dalla siccità. Il governo di Nairobi ha inviato reparti militari nell’area della valle del Rift e gli incidenti con i pastori nomadi sono all’ordine del giorno, con almeno 30 morti dal dicembre scorso. I pastori invadono ranch e proprietà private per far pascolare il loro bestiame e un proprietario terriero britannico è…