In Veneto l’85 per cento degli ultra cinquantenni gode di buona salute

VENEZIA. Anziano non è più sinonimo di “vecchio”. L’85 per cento degli ultra cinquantacinquenni del Veneto gode di buona salute ed è in forze. Fa leva su questo dato epidemiologico e sul trend demografico che vede attualmente in Veneto 155 over 65 ogni 100 giovani – destinati a diventare 240 tra quarant’anni – il primo piano regionale per l’invecchiamento attivo, messo a punto dalla Giunta regionale del Veneto. Il piano, ora all’attenzione del Consiglio per la definitiva approvazione, disegna le strategie per valorizzare la ‘terza e la quarta età come risorsa per la società veneta, declinando in obiettivi e interventi le finalità della legge regionale n.23/2017 «Promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo». «L’aspettativa di vita continua ad aumentare grazie a un migliore approccio sanitario e ai progressi della scienza – evidenzia l’assessore regionale al Sociale – e l’invecchiamento non coincide più solo con una condizione di fragilità e di non autosufficienza….


De Rigo Piter, Illy e Riello, i Cavalieri del lavoro del Nordest

 Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto con il quale, su proposta del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, sono stati nominati 25 Cavalieri del Lavoro.Di questi, tre sono imprenditori del Nordest. L’onorificenza va a: Ennio DE RIGO PITER – 1940 – Belluno – Industria / Occhiali. È presidente della De Rigo Vision Spa, avviata nel 1978 insieme ai fratelli come piccola realtà artigianale del bellunese per la produzione in conto terzi di occhiali da sole, montature e componenti per lenti correttive. Sotto la sua guida, attraverso un’incisiva attività di ricerca tecnica e una politica di acquisizioni, viene rilevata la storica azienda dell’occhialeria La Lozza e nascono i marchi “Police” e “Sting”.  Negli anni ’90 segue lo sviluppo di propri marchi aziendali e viene inaugurato il primo stabilimento produttivo. Oggi il gruppo è tra i leader mondiali nella produzione e nella distribuzione di occhiali di alta qualità…



A Montebelluna nasce il centro anti-russamento

Se di notte si russa ci si può rivolgere al reparto di pneumologia dell’ospedale di Montebelluna per vedere di risolvere il problema. Al San Valentino infatti c’è il centro di riferimento provinciale dell’Ulss 2 Marca trevigiana per i disturbi respiratori del sonno. Un centro di eccellenza all’interno del reparto diretto da Riccardo Drigo. Il direttore di questo reparto del San Valentino, infatti, è tra i pochissimi in Veneto a essere iscritto a uno specifico albo medico, mentre il presidio montebellunese è accreditato all’Aims, l’associazione italiana medicina del sonno: «Il San Valentino è riconosciuto con il secondo livello, il più alto, in quanto i disturbi del sonno vengono valutati non solo dal punto di vista cardiorespiratorio, ma anche da quello neurologico – sottolinea il direttore generale dell’Ulss 2 Marca trevigiana, Francesco Benazzi – Penso sia un orgoglio per il distretto di Asolo avere simili professionalità che hanno in queste ore attirato…


Debutta a Latina il care sharing 100% elettrico made in Veneto

TREVISO – Latina sarà la prima città in Italia ad avere un servizio di car sharing totalmente elettrico con Eppy, acronimo di Elettra point to point by yourself.Un progetto innovativo autorizzato dal Comune di Latina, la cui realizzazione è stata aggiudicata ad Alea Mobilità Urbana. Il cuore tecnologico di Eppy è stato sviluppato da Targa Telematics, azienda veneta leader nelle soluzioni dedicate ai noleggiatori di veicoli e alla mobilità condivisa, con oltre vent’anni di esperienza nella telematica e nei veicoli connessi. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è di favorire l’utilizzo delle auto elettriche in condivisione non solo per gli spostamenti urbani, ma anche per i collegamenti con Latina Lido, i Comuni limitrofi e con Roma, considerando che l’autonomia di ogni veicolo è di 280 chilometri. Venti le auto messe a disposizione con due modelli Renault: Zoe e Kangoo Il primo è rivolto a chi deve affrontare viaggi medio-lunghi; il secondo è stato…


Poliziotti cinesi di pattuglia a Venezia

VENEZIA. Divise cinesi al fianco di quelle italiane a Roma, Milano, Venezia e Prato. Parte oggi, fino al 17 giugno, il pattugliamento congiunto tra polizia e carabinieri e agenti di polizia cinese: un modo per far sentire i tanti turisti cinesi che in questi giorni visitano il nostro Paese un po’più al sicuro e a proprio agio. La prima giornata di questa iniziativa è partita a Roma in piazza Navona, con l’intera delegazione di agenti cinesi, calamitando una folla di turisti e curiosi richiamati dal gran dispiegamento di forze dell’ordine, compresi i poliziotti a cavallo. Il tutto ripreso dalle numerose telecamere delle tivù cinesi. I poliziotti cinesi, una dozzina, in uniforme e disarmati, saranno affiancati da personale della polizia di Stato e dell’arma dei carabinieri, ed avranno il compito prevalente di assistere i colleghi italiani nel controllo del territorio e tutela della sicurezza pubblica, agevolando i numerosi turisti di quel Paese nei rapporti…


A Segusino lo sciopero dei bimbi per aiutare la maestra

SEGUSINO. «Io sto con la maestra Arianna»: questa è la giustificazione che oggi tutti i 17 bambini della prima elementare di Segusino porteranno a scuola. Ieri hanno scioperato per solidarietà con la loro insegnante, che rischia il posto perché non ha una laurea. I genitori hanno firmato la giustificazione e tenuto a casa i loro bambini, per testimoniare la vicinanza all’insegnante adorata dai loro figli. Tutto il paese si è mobilitato e ribellato contro una norma nazionale che rischia di far perdere il posto a quattro docenti della primaria di Segusino. In seicento hanno firmato la petizione, che nei prossimi giorni verrà portata al governatore Luca Zaia. Alla elementare quattro maestre su dieci sono in bilico. Arianna Sanzovo, quarantenne insegnante di italiano, matematica e scienze, è diventata il simbolo di un provvedimento che sbatte contro la realtà. Lei ha un diploma magistrale e l’abilitazione all’insegnamento. Dopo oltre quindici anni di…


ALDO MANUZIO: L’INVENTORE DELLA TIPOGRAFIA – EDITORIA MODERNA

di Wally MASSIMO   Se esistesse una graduatoria con i nomi degli inventori più rivoluzionari e creativi, sconosciuti ai più, Aldo Manuzio si collocherebbe nelle prime posizioni. Le sue invenzioni in tipografia-editoria moderna, sono così numerose ed importanti da sembrare improbabile che una persona, in un periodo storico così limitato, potesse averle concepite e applicate. Ma per fortuna tutto questo è avvenuto, grazie a lui.  Aldo nasce tra il 1449 e il 1452 a Bassiano,  un borgo medievale fortificato sul colle di una valle interna dei Monti Lepini, nel Lazio. Studiò il latino a Roma, con Gasparino da Verona e Domizio Calderini e il greco a Ferrara, con Guarino da Verona.  La grande rivoluzione che portò  nell’editoria partiva quindi dalla smisurata passione che nutriva per gli studi classici del greco e del latino, che condivideva con l’amico Pico della Mirandola. Fu lui il primo finanziatore della sede tipografica, nel 1494,…