Venezia sott’acqua ed il Mose incompiuto

VENEZIA. Non c’è pace per il Mose di Venezia, la grande opera che dovrebbe salvaguardare la città e la laguna dalle alte maree. Dopo l’allungamento dei tempi per la costruzione, lo scandalo legato alle tangenti, ad ottobre si è avuto un nuovo stop alla fase di test delle paratoie, avviata a luglio e che stava per concludersi in una data simbolica, quel 4 novembre che ricorda l’«Aqua granda» del 1966. Situazione resa più drammatica dalla piena di questa notte. Il Consorzio Venezia Nuova ha reso noto, infatti, il 31 ottobre che è stato rinviato a un’altra data il sollevamento completo della barriera posata alla bocca di porto di Malamocco. Motivo, il riscontro, avvenuto durante i sollevamenti parziali delle dighe mobili, il 21 e 24 ottobre scorso, di alcune vibrazioni in alcuni tratti di tubazioni delle linee di scarico. Un comportamento che ha indotto i tecnici del Consorzio allo stop, in…


Monopoly tutto dedicato a Verona

Dopo Roma e Napoli, Mister Monopoly arriva anche a Verona con una versione dedicata alla città scaligera del più classico e noto gioco in scatola. Questa mattina, a svelare l’edizione speciale disegnata su un tabellone gigante posizionato in piazza Bra, è stato il sindaco Sboarina. 40 le caselle veronesi, tra cui Castelvecchio, via Mazzini, il museo di Storia Naturale, la Casa di Giulietta e l’Arena. Personalizzate anche le caselle dei servizi, con l’energia elettrica rappresentata da AGSM, la stazione dei bus di Atv, l’aeroporto e Acque Veronesi, e, ovviamente le carte degli imprevisti e delle probabilità. «È un grande motivo d’orgoglio – ha detto il sindaco Sboarina – che Verona possa vantare un’edizione speciale di Monopoly e che sia stata scelta tra tante città italiane. Questo indica quanto importante sia la percezione di cui gode a livello internazionale, per la sua bellezza e per il valore del patrimonio storico e architettonico di cui è simbolo. Ognuno di noi ha…


Proposta di matrimonio a Fieracavalli

Verona si conferma città dell’amore anche sul ring. Al termine di una gara all’interno dell’Arena Fise in Fieracavalli, una giovane atleta friulana ha ricevuto una romantica e scenografica proposta di matrimonio. Protagonista è Giò Botta, 30 anni compiuti da poco, istruttrice federale di secondo livello. La giovane è scesa in campo in sella alla sua cavalla, Ercolina della Palma, è ha concluso positivamente il percorso di gara nell’ambito della Master Sport Tim Bronze ma è stata fatta scendere da cavallo e intrattenuta qualche momento dai giudici di gara, complici della sorpresa. Pochi istanti e dalle tribune è stato srotolato uno striscione largo sei metri con la scritta “mi vuoi sposare?”. Nello stesso momento, il futuro sposo, Luca Vidoz, è uscito dal telone laterale dove è rimasto nascosto per tutta la gara e si è inginocchiato ai suoi piedi. Rose rosse in mano, ha ripetuto alla ragazza la fatidica domanda, incassando subito un “sì” convinto.  (l’Arena)


Mestre cameriera robot serve ai tavoli

VENEZIA. Un nome non glielo hanno ancora dato. Tanto lei risponde agli ordini senza lamentarsi, senza chiedere gli straordinari o i contributi e senza aver caviglie gonfie a fine turno, dopo ore in piedi. La cameriera robot è arrivata a Mestre. Da giovedì scorso serve ai tavoli del ristorante giapponese di Calle del Sale 52, in centro a Mestre. Allo “Yuxi” non hanno fatto pubblicità, contando sull’effetto sorpresa per i clienti che vanno nel locale a mangiare sushi e cucina orientale. E infatti video e selfie hanno contribuito al passaparola. I titorali confermano la novità con una punta di orgoglio. «Siamo i primi in tutta Mestre ma anche in tutta Venezia ad avere scelto il robot per servire ai tavoli. E i clienti sono certo stupiti quando lo vedono arrivare», ci spiegano. Vassoio stretto, tra le mani, divisa bianco celeste, la donzella robotica ha un suo fascino, sicuramente ventato di novità. Per…


Finisce la guerra dell’Amarone

VERONA. Il Consiglio di amministrazione del Consorzio tutela vini Valpolicella ha deciso all’unanimità, come annuncia in una nota, di dare corso integralmente a quanto disposto dalla sentenza nr. 4333/2019 della Corte d’Appello di Venezia in merito alla causa civile promossa in appello dalla compagine ‘Le Famiglie Storiche” e dalle sue aziende associate. Nel merito, la sentenza ha respinto l’appello de Le Famiglie Storiche (ex Famiglie dell’Amarone d’Arte) e conferma integralmente e in ogni sua parte quanto stabilito dal giudizio di primo grado. Il Consorzio tutela vini Valpolicella, nel ritenere doveroso procedere in ragione dei princìpi e dei doveri statutari attribuiti dal ministero delle Politiche agricole Alimentari e Forestali, considera esemplare e destinato a fare giurisprudenza internazionale quanto accertato dalla sentenza in materia di difesa e tutela di patrimoni collettivi quali sono le denominazioni. L’auspicio è che «d’ora in poi vi sia una presa di coscienza dei singoli tornando a discutere…


Europei di ciclismo su pista : oro di Viviani nell’eliminazione

di Enrico Andreoli APELDOORN (OLANDA) / VALLESE DI OPPEANO (VR) 26 Ottobre 2019 Dopo il titolo continentale su strada, conquistato ad agosto ad Alkmaar (Olanda), Elia Viviani pone un altro sigillo alla sua più che memorabile stagione. Il velocista veronese, difatti, sempre in terra ‘nederlandese’, nel velodromo di Aperldoorn ha conquistato la medaglia d’oro nell’Eliminazione agli Europei di Ciclismo su Pista (315 atleti in rappresentanza di 26 nazioni per 22 titoli), avendo la meglio sul francese Bryan Coquard e sul polacco Filip Prokopyszyn (portando a 7 i propri titoli “stellati” su pista – dal 2011 la corsa a punti, l’americana, l’inseguimento a squadre e l’Omnium, disciplina nella quale è anche campione olimpico in carica). Il pistard di Vallese di Oppeano (VR) ha corso con grande attenzione in una finale con il rivale transalpino, nella quale non vi è stata praticamente storia. Dopo le 11 vittorie stagionali su strada – tra…


Teatro e gastronomia :Verona al top

di Enrico Andreoli  VERONA / RONCA’ (VR) /MARZANA (VR) 12 Ottobre 2019 Il merito veneto, ed in particolare veronese, risuona ancora una volta a livello nazionale ed anche Oltreoceano nella primavera appena trascorsa. Maschera d’oro a Martina Romeo. Un prestigioso riconoscimento nazionale premia la ormai cinquantennale attività della Compagnia teatrale scaligera “La Barcaccia”. Difatti durante il Festival Nazionale “Maschera d’Oro”, l’attrice Martina Romeo è stata premiata quale miglior attrice (da una Giuria composta da autorevoli esponenti del teatro italiano) per lo spettacolo goldoniano “La serva amorosa”.«Uno dei meriti della Barcaccia diretta da Roberto Puliero – così suona la motivazione del premio – è sempre stato quello di porre in risalto talenti, spesso giovani, in grado di sorprendere per freschezza, brio e aderenza al personaggio. Tutte doti che Martina Romeo, sostenendo il ruolo di Corallina ne “La serva amorosa” goldoniana, ha dimostrato di possedere in abbondanza, fornendo una prova di indiscutibile…


Hostaria Verona 5^ immancabile edizione

Ci siamo, come VI avevo annunciato nell’articolo in cui VI presentavo l’evento che quest’anno ha fatto sognare, assaporare, degustare più di 38.000 visitatori in 3 giorni, dedicato a Gianni Frasi, Torrefattore veronese DOC e Blueseman molto apprezzato. Tre chilometri alla piena scoperta della nostra meravigliosa città, dalla magnificenza di Piazza Brà che culla l’Arena per noi e per tutti famosa nel mondo intero. Posizionati in ordine gli stand  vino da degustare passeggiando, per queste nostre vie sii piene di storia ed in questi tre giorni di : “storie di vino” raccontateci dai produttori che sempre più fanno la differenza mettendo in pratica il vecchio sapere con le nuove tecnologie in modo che il vigneto venga tutelato e coccolato sempre più. Hostaria è l’inno…diciamo così della festa della raccolta dell’uva, di chi ha creduto, nella natura rispettandone ritmi, e duttilità, una festa per chi ha saputo aspettare, e canta con cori l’ode…