WORLD TULIP AWARD 2019: VINCE IL PARCO SIGURTA’

 di Enrico Andreoli

VALEGGIO SUL MINCIO (VR) 5 Gennaio 2020 L’autunno appena trascorso ha riservato un grande riconoscimento per un noto spicchio fiorito del sud-ovest veneto, al confine con la terra lombarda. Difatti, la World Tulip Society, società a livello mondiale che raduna gli amanti dei tulipani di 20 paesi, ha assegnato al Parco Giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio, nell’angolo estremo occidentale della provincia di Verona, il World Tulip Awards 2019 – per la celebrazione e promozione di questa tipologia floreale -, nominando lo spazio verde scaligero come destinazione mondiale meritevole di visita per la fioritura dei tulipani (World Tulip Destination Worth Travelling For). Il premio nasce con l’intento di mettere in luce le fioriture più interessanti su scala mondiale ed il loro impatto sulla comunità. La cerimonia è avvenuta lunedì 14 ottobre 2019 a L’Aia (Olanda) in occasione del quinto World Tulip Summit, il vertice mondiale sui tulipani che si svolge ogni biennio. «I tulipani fanno parte della cultura di molti paesi, grazie alle attrazioni olandesi, e i punti di interesse, gli eventi e le feste dei tulipani fanno parte del fascino turistico di una meta. Visitare le destinazioni dei tulipani e partecipare alle celebrazioni dei tulipani offre l’opportunità di condividere le nostre culture e stringere amicizie» ha dichiarato Michel Gauthier, presidente della World Tulip Society. Durante il medesimo evento, Giuseppe Inga Sigurtà, è stato nominato membro del World Order of the Tulip (Ordine mondiale del Tulipano) in quanto persona che si è distinta nel mondo per la promozione e valorizzazione dei tulipani come simbolo dell’amicizia tra paesi. «Sono contento ed onorato di ricevere questo premio, l’emozione è grande ed è la ricompensa di tanti anni di lavoro, studio e dedizione» ha dichiarato Giuseppe, proprietario del Parco assieme alla sorella Magda. Il Veneto si conferma depositario di bellezze non solo naturali, architettoniche od enogastronomiche, bensì di maestria nella cura del verde, in questo piccolo Eden “nederlandese” di gardesana prossimità.