Leone alla carriera a Julie Andrews

di Enrico Andreoli

VENEZIA 8 Luglio 2019

La Laguna premia una grande artista del Novecento.L’attrice inglese Julie Andrews, protagonista di film memorabili come Mary Poppins (1964), Tutti insieme appassionatamente (1965) e Victor Victoria (1982), riceverà il Leone d’oro alla carriera della 76/a Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, in programma dal 28 agosto al 7 settembre 2019. La decisione è stata assunta dal Cda della Biennale presieduto da Paolo Baratta, che ha fatto propria la proposta del direttore della Mostra, Alberto Barbera. L’evento veneziano di fine estate si svolge nello storico Palazzo del Cinema sul Lungomare Marconi, al Lido di Venezia, ed è la manifestazione cinematografica più antica al mondo (dopo il Premio Oscar), la cui prima edizione si tenne tra il 6 e il 21 agosto 1932, mentre l’Academy Award di Los Angeles si svolge in serata unica dal 1929. La mostra si inquadra nella più vasta attività della Biennale di Venezia, istituzione culturale fondata nel 1895, che dallo stesso anno organizzava la famosa Esposizione internazionale d’arte contemporanea e dal 1930 il Festival internazionale di Musica Contemporanea. La 75ª edizione si è tenuta dal 29 agosto all’8 settembre 2018. Il premio principale che viene assegnato (assieme a diversi altri) è il citato Leone d’oro, il quale deve il proprio nome al simbolo della città (il Leone di San Marco). Tale riconoscimento è considerato uno dei più importanti dal punto di vista della critica cinematografica, al pari di quelli assegnati nelle altre due principali rassegne cinematografiche europee, la Palma d’oro del Festival di Cannes (Francia) e l’Orso d’oro del Festival internazionale del cinema di Berlino (Germania). Julie Andrews, nell’accettare la proposta, ha dichiarato «Sono molto onorata di essere stata scelta per il Leone d’Oro alla carriera. La Mostra del Cinema di Venezia è da lungo tempo considerata uno dei più stimati festival internazionali. Ringrazio la Biennale per questo riconoscimento del mio lavoro, e sono impaziente di arrivare in questa meravigliosa città a settembre per un’occasione così speciale». A proposito di questo premio, Alberto Barbera ha dichiarato «Affermatasi sin da giovanissima sulle scene del music hall londinese e, in seguito, a Broadway grazie alle sue doti canore e interpretative fuori del comune, Julie Andrews deve allo straordinario successo del suo primo film hollywoodiano, Mary Poppins, il conferimento dello statuto di star di prima grandezza, immediatamente bissato da un altro memorabile film, Tutti insieme appassionatamente, per lungo tempo ai primi posti dei film più visti della storia del cinema. I due ruoli la proiettano nell’empireo delle dive internazionali, facendone il personaggio iconico adorato da intere generazioni di spettatori, senza tuttavia esaurire l’ampiezza e la portata della sua carriera artistica». L’icona sempiterna di Hollywood viene celebrata dal Serenissimo simbolo di bellezza plurisecolare.