di Enrico Andreoli
Un altro anno di grandi successi si è appena concluso per gli atleti ed i team del Nord Est.
Gennaio-Settembre 2018
Ciclismo/Ciclismo su pista. Elia Viviani.
Il velocista veronese conclude una stagione straordinaria, nella quale raggiunge la ormai inevitabile consacrazione internazionale.
Il mese di gennaio è foriero del primo successo, la terza tappa a Victor Harbor nel Tour Down Under in Australia, che sarà seguito nel successivo mese di febbraio dalla conquista di due tappe (e classifica finale) del Dubai Tour negli Emirati Arabi ed una nella Abu Dhabi Tour.
Il velocista di Vallese di Oppeano si ripete nel mese di marzo vincendo in volata la Bruges-La Panne (202 km) – ove aveva già trionfato nel 2016 – davanti al tedesco Ackermann ed al belga Philipsen.
La parte più bella della stagione arriva però durante il Giro d’Italia, ove nel 2° tour ciclistico più importante al mondo (partito in questa edizione da Israele) conquista ben 4 tappe (Tel Aviv, Eilat, Nervesa della Battaglia ed Iseo), portando anche a casa la maglia ‘ciclamino’ (destinata al miglior velocista della corsa). La progressione da qui fino al termine della stagione è impressionate: 3 tappe alla Adriatica-Ionica Race (giugno), il Campionato Italiano (conquistato a Darfo Boario – giugno), la Classica di Amburgo (agosto) e 3 tappe alla Vuelta de España, la terza corsa ciclistica a tappe internazionale più rilevante.
Il dulcis in fundo della stagione giunge dagli Europei di Ciclismo su Pista di Glasgow (Scozia) in agosto, dove il campione scaligero conquista la medaglia d’oro nell’inseguimento a squadre assieme a Filippo Ganna, Francesco Lamon e all’altro veronese Michele Scartezzini, superando in finale la Svizzera.
Marzo 2018.
Ciclismo su pista. Michele Scartezzini.
Una fantastica medaglia d’argento arriva per l’Italia nel corso dei Mondiali di Ciclismo su Pista di Apeldoorn (Olanda) nel mese di marzo, nella specialità scratch.
Autore dell’impresa è il veronese Michele Scartezzini, già campione italiano di specialità nel 2010, il quale promuove la fuga decisiva a metà dei 60 giri complessivi assieme al bielorusso Yauheni Karaliouk ed all’australiano Callum Scotson.
Il velocista di Isola della Scala, dopo l’argento ottenuto con Francesco Lamon nella specialità americana in Coppa del Mondo a Santiago del Cile nel 2017, nel successivo mese di agosto (come sopra) conquista il già citato oro nell’inseguimento uomini a squadre agli Europei di Glasgow.
Aprile 2018.
Calcio. Virtus Verona.
Il 29 aprile 2018 diviene una data storica per la città di Verona, la quale rappresenta l’unica comunità cittadina in Italia ad avere tre squadre tra il professionismo calcistico. Oltre ad Hellas Verona e Chievo la terza è presto svelata.
Difatti la Virtus Verona, squadra del quartiere orientale di Borgo Venezia, conquista la Serie C (oggi Lega Pro).
Allo stadio Gavagnin va in scena un autentico miracolo sportivo. In un clima infuocato la Virtus sconfigge per 2-0 la Liventina, conquistando la matematica promozione con una giornata di anticipo.
Per il veneto calcistico un risultato di pienissimo pregio.
Aprile 2018 – Novembre 2018
Volley femminile. Imoco Conegliano conquista Scudetto e Supercoppa Italiana.
La Imoco Conegliano (TV) conquista il secondo titolo italiano della sua storia, sconfiggendo in una partita impeccabile ed in un Palaverde gremito, dopo un play off inarrestabile, Novara con il punteggio finale di 3-1 (28-26, 25-21, 22-25, 25-12).
Non contente, le ragazze di coach Santarelli nel mese di novembre sono andate a prendersi anche la Supercoppa Italiana, sempre al Palaverde, sempre contro Novara e sempre per 3-1, come a dire che repetita iuvant. In questo modo vendicano la sconfitta di un anno prima e bissando il successo del 2016, mettono in bacheca così il quinto trofeo della loro storia.
Il volley veneto batte ancora più di un colpo.
Maggio 2018.
Basket. La Reyer Venezia conquista la FIBA Europe Cup.
Primo storico trionfo europeo per la Reyer Venezia che in finale sconfigge la Sidigas Avellino anche nella gara di ritorno con il punteggio di 81-79.
Un trionfo più che meritato per la squadra di De Raffaele che un anno prima era riuscita a giocarsi la Final Four di Champions League.
Il Taliercio si rivela sempre più la casa delle vittorie lagunari, anche internazionali.
Maggio 2018.
Basket femminile. La Famila Schio ancora Campione d’Italia
La Famila Schio per la nona volta nella sua storia è Campione d’Italia. La formazione orange vince gara 5 della Finale Scudetto per 62-54 contro Ragusa in una serie davvero molto combattuta. Alla fine la spunta la compagine più completa, la favorita, che risorge dopo la sconfitta del 2017 in finale.
La protagonista è stata Isabelle Yacoubou autrice di 15 punti, ma anche il muro difensivo intenso messo in piedi dalle vicentine.
Le cestiste venete si riprendono la vetta italica.
Maggio 2018.
Pallanuoto femminile. La Plebiscito Padova conquista un altro Scudetto.
Il Plebiscito Padova non smette di stupire e conquista il suo quarto scudetto consecutivo in acqua, sconfiggendo la favoritissima Catania.
Un tricolore forse più inaspettato di altri in quanto derivante da una regular season non proprio entusiasmante, conclusa a ben 13 punti dietro alle etnee.
Un gap che viene spazzato via, nella finalissima di Firenze, dalla qualità e dalla concentrazione delle ragazze di Stefano Posterivo.
La gara si decide ai rigori dove sono le patavine a spuntarla per 10-9, grazie ad un errore della siciliana Rosaria Aiello.
E Padova si riscopre sempre più acquatica.
Luglio 2018.
Atletica leggera. Salto in alto strepitoso di Elena Vallortigara.
La vicentina Elena Vallortigara entra nella storia dell’atletica leggera.
Il 22 luglio, nella decima tappa della Diamond League a Londra, l’altista veneta salta 2,02 m, migliorandosi di ben 6 centimetri. Questo risultato rappresenta la seconda miglior misura italiana di sempre dopo quella ottenuta dalla primatista Antonietta di Martino (2,03 all’aperto e 2,04 indoor), superando lo storico 2,01 m di un’altra altista veneta alquanto nota, la veronese Sara Simeoni, oro alle Olimpiadi di Mosca del 1980.
Erano ben 7 anni che un’azzurra non saltava oltre i 2 metri ed a livello all-time europeo la Vallortigara si piazza al 20° posto.
Una prestazione davvero di ‘alto’ profilo.
Agosto 2018 – Ottobre 2018.
Softball. La Specchiasol Bussolengo conquista la European Premiere Cup e lo Scudetto.
La Specchiasol Bussolengo (VR) è Campione d’Europa.
La compagine scaligera sconfigge nella finale della European Premiere Cup le ceche dello Zraloci Ledenice con il punteggio finale di 3-0, bissando il trionfo del 2017 e tre titoli negli ultimi quattro anni.
La mattatrice assoluta della finale è stata Morgan Melloh, la quale ha dato una marcia in più con ben 10 strikeouts nei 7 inning giocati, ma non di meno si è dimostrato il contributo di Myers, Longhi e Bartolamai.
Ma non è finita qui.
Le softballiste veronesi nel mese di ottobre vincono a Bollate contro il MKF con il risultato finale di 3-1, conquistando le Italian Softball Series e laureandosi così campionesse d’Italia per la sesta volta (la terza negli ultimi quattro anni).
Il softball del Nordest è sempre più di ‘diamante’.
Agosto 2018.
Nuoto. Europei di Glasgow, volano i veneti in vasca.
Grandi prestazioni dei nuotatori veneti nelle acque scozzesi.
La cittadellese Ilaria Cusinato conquista una fantastica medaglia d’argento nei 400 misti, dietro alla francese Fantine Lesaffre, con un ragguardevole tempo di 4’35”05, migliorando così anche il suo primato italiano.
Seconda meravigliosa piazza anche per Luca Dotto. L’atleta di Camposanpiero difatti incanta con i suoi compagni nella staffetta 4×100 stile libero (3’12”90) dietro alla Russia.
Una piacevole sorpresa è quella rappresentata dal veronese Luca Pizzini che conquista una meritata medaglia di bronzo nei 200 rana, fermando il cronometro a 2’08”54 e bissando il 3° posto degli Europei di Londra del 2016.
Ma il vero capolavoro è quello realizzato da Margherita Panziera. L’atleta di Montebelluna conquista una incredibile medaglia d’oro nei 200 dorso, sconfiggendo due colossi della specialità come la russa Daria Ustinova e l’ungherese Katalin Burian, con un incredibile tempo 2’06”18 (record dei Campionati Europei, decimo migliore della storia nella specialità e record italiano).
Il nuoto veneto ‘wagnerianamente’ cresce.
Agosto 2018 – Settembre 2018.
Canotaggio femminile. Europei e Mondiali, Clara Guerra inarrestabile.
La veronese Clara Guerra conquista la medaglia di bronzo nel singolo femminile agli Europei di Canottaggio di Glasgow (Scozia) di agosto dietro alla bielorussa Alena Furman ed alla francese Laura Tarantola, ripetendosi nel successivo mese di settembre ai Mondiali di Plovdiv (Bulgaria) con una straordinaria medaglia d’argento. Nella rassegna iridata, l’atleta delle Fiamme Gialle di Lazise (VR) nel singolo pesi leggeri giunge ad appena 17 centesimi dalla transalpina Laura Tarantola.
I canoisti ‘serenissmi’ pagaiano verso nuove conquiste.
Dicembre 2018.
Nuoto. Mondiali in vasca corta. Ennesima medaglia per Federica Pellegrini.
La staffetta 4×100 mista donne formata da Martina Carraro, Elena Di Liddo, Margherita Panziera e Federica Pellegrini sale sul podio mondiale, conquistando una fantastica medaglia di bronzo con il tempo finale di 3’51”38 con tanto di record italiano, dietro agli Stati Uniti ed alla Cina.
Per la veneziana Federica Pellegrini si tratta della 50° medaglia internazionale, per arricchire una già incredibile carriera.
Per la trevigiana Margherita Panziera un piacevole corredo alla medaglia d’oro europea a Glasgow (vedi sopra).
Le acque venete giungono in tutto il Mondo.