Bruxelles:Il Sacro Cuore è sempre più “europeo”

. NEGRAR (VR) 17 Marzo 2017 L’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria compie un nuovo passo verso l’Europa. E’ dello scorso mese di dicembre, infatti, l’avvenuto accreditamento della struttura scaligera presso il GIURI, il Gruppo Informale degli Uffici di Rappresentanza Italiani a Bruxelles.L’organismo riunisce gli uffici italiani operanti nella ‘Capitale dell’Unione Europea’ e attivi nel campo della Ricerca e Innovazione. Ne fanno parte centri di ricerca, pubbliche amministrazioni centrali e regionali, associazioni di categoria, intermediari finanziari, istituti bancari e molte altre realtà. L’obiettivo di questo gruppo è facilitare e migliorare lo scambio di informazioni e la cooperazione tra i propri membri con particolare attenzione al Programma Quadro sulla Ricerca ed Innovazione dell’UE, denominato Horizon 2020.Grazie a questo accredito, l’ospedale di Negrar sarà aggiornato con la massima tempestività sui bandi di imminente uscita in tema di sanità, oltreché sulle nuove politiche di salute della Commissione Europea. Inoltre il GIURI può fornire un…


Torna Vinitaly and the City, l’evento arriva fino alle sponde del Garda

Dopo il successo del 2016, con oltre 29mile presenze, torna nel centro storico di Verona l’appuntamento più atteso dai wine lover. Da venerdì 7 a martedì 11 aprile va in scena Vinitaly and the City, il fuori salone organizzato da Veronafiere in collaborazione con Comune e Provincia di Verona, Studioventisette, Fuori-Fiera, FMedia e Fondazione Aida. La nuova edizione si presenta con una giornata in più rispetto alle quattro dell’anno precedente e per la prima volta esce dai confini della città e approda sulle rive del Lago di Garda nel Comune di Bardolino, grazie alla partnership con Fondazione Bardolino Top.Verona e la sua provincia per cinque giorni si tingono quindi del viola di Vinitaly: non solo wine&food di qualità, ma musica, letteratura, poesia, spettacoli e incontri in compagnia di grandi ospiti che raccontano il mondo del vino attraverso la storia, l’arte, la moda, il design e il giornalismo. Sabato, poi, durante…


Clinica San Francesco : aggiornamento software robotico

La Clinica San Francesco di Verona compie un nuovo passo nella medicina d’avanguardia.La struttura scaligera dal 2012 esegue interventi di artroprotesi, avvalendosi del sistema robotico Rio System, e riveste il ruolo rilevante – a livello continentale – di Centro di Ortopedia Robotica Europeo. Nell’autunno appena trascorso ancora una volta è la prima struttura in Italia e in Europa ad aver acquisito un aggiornamento del software del sistema robotico, consentendo l’utilizzo di una più vasta gamma di impianti protesici di anca adattabili in modo ottimale alle diverse caratteristiche anatomiche dei pazienti.In tal modo si incrementano le possibilità di “abbracciare” un numero più ampio di pazienti, i quali possono essere candidati a questo tipo di tecnica chirurgica.La metodologia ha come cardini la precisione del posizionamento e della misura della protesi, unitamente alla fondamentale preparazione del chirurgo che utilizza il sistema robotico.Il vantaggio di tutto ciò si traduce nella buona riuscita dell’intervento con…


Verona, accordo tra Rfi e Quadrante Europa per il trasporto su rotaia

VERONA – Nuovo terminal di carico e scarico con gru a portale, aree di stoccaggio e binari di arrivi e partenze di 750 metri, così come prevedono gli standard europei.Gli interventi per lo sviluppo degli impianti ferroviari e intermodali dell’Interporto Quadrante Europa di Verona sono inseriti nel Protocollo d’intesa sottoscritto dal presidente del Consorzio Zai, Matteo Gasparato, e dall’amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile.In particolare, per l’ingresso Ovest di Verona, saranno realizzati tre binari di arrivo e partenze per l’inoltro diretto dei convogli dalle direttrici Ovest-Est alle aree intermodali del Quadrante Europa.I tre binari potranno essere ampliati fino a costruire un nuovo fascio arrivi e partenze di 10 binari con modulo 750 metri, accogliendo e rilanciando i flussi di traffico da e per i principali porti sui versanti tirrenico e adriaticoInoltre, verrà progettato un sistema di viabilità stradale per migliorare le operazioni di booking, stoccaggio…


La doc Pinot grigio delle Venezie debutterà a Vinitaly

VENEZIA – Debutterà ufficialmente alla prossima edizione del Vinitaly, che si apre il 9 aprile a Verona, la nuova Doc Pinot grigio “delle Venezie”.Lo ha annunciato l’assessore all’Agricoltura della Regione Veneto Giuseppe Pan, siglando con il collega del Friuli Cristiano Shaurli e il presidente dell’associazione delle imprese Albino Armani, l’atto costitutivo del nuovo Consorzio per la tutela della denominazione di origine controllata, a Montecchio Maggiore (Vicenza).Con la costituzione del Consorzio volontario di tutela vini Doc “delle Venezie”, associazione dei produttori e imbottigliatori trentini, veneti e friulani del Pinot Grigio, a partire dalla vendemmia 2017 le uve Pinot grigio raccolte in Veneto, Friuli e Trentino potranno essere quindi commercializzare unicamente con questa denominazione di origine.Di fatto il nordest di Italia diverrà il più importante bacino mondiale di Pinot grigio e il prodotto potrà avvalersi della protezione delle Doc storiche e della nuova Doc “delle Venezie”.«Nasce oggi la 28esima Doc del Veneto…


Conto alla rovescia per Vinitaly

VERONA – Merlot, Cabernet, Lambrusco, Chianti e Friulano sono, nell’ordine, i vini più richiesti nei supermercati del Friuli Venezia Giulia nel 2016 secondo la ricerca dell’istituto di ricerca IRI commissionata da Vinitaly (Verona 9/12 aprile) C’è poi un altro vino friulano, il Ribolla Gialla, che ha conquistato il primo posto nella speciale classifica nazionale dei vini a maggior crescita, con una crescita del 31,5.Lambrusco, Cabernet, Merlot, Custoza, Bardolino sono invece i primi cinque venduti nella Gdo del Veneto.Sono le prime anticipazioni della ricerca dell’IRI, che sarà presentata a Vinitaly il 10 aprile, e sottolineano la crescita significativa, a livello nazionale, delle vendite delle bottiglie di vino a denominazione d’origine e degli spumanti; il vino biologico prosegue il suo percorso di uscita dalla nicchia di mercato; flessione dei vini nel brik di cartone e in tutti quei formati che non siano la bottiglia da 75cl.Quello della Grande distribuzione si conferma il…


Gilberto Altichieri un corrispondente da Londra del Corriere della Sera di Oppeano

di Michela Saggioro Fu giornalista, scrittore e corrispondente da Londra del Corriere della Sera.Colpito dal tragico lutto dei fratelli Altichieri, torna a Verona per dedicarsi alla narrazione e alla famiglia.Lo scrittore e giornalista Gilberto Altichieri nasce a Oppeano, un piccolo paese rurale in provincia di Verona, nel 1904. E’ il secondo dei quattro figli di Plinio, proprietario terriero, e della moglie Suzanne Ledoux, francese. Già a 10 anni rivela una passione, quella per la scrittura e per la narrazione, che l’accompagnerà per tutta la vita. Gilberto si laurea a Venezia in Scienze Consolari e nel 1932 comincia a collaborare col Corriere Padano e con riviste culturali come Campo di Marte e Letteratura. Nel 1933, entrato al Corriere della Sera, si trasferisce a Londra, dove lavora nella sede di corrispondenza e viaggia tra l‘Inghilterra e l’Irlanda. Dal suo ufficio, nel cuore della City, legge ogni sera le bozze del Times del…


TUTTI “SCHIAVI” SENZA SAPERLO

di Wally Massimo Tutti noi nei nostri trascorsi scolastici abbiamo imparato che fin dall’antichità esistevano gli schiavi e quindi la schiavitù. E’ curioso notare però che tale parola non era in uso nell’Antica Roma e che tale termine entra in uso solo più tardi. In quel periodo e fino alla Tarda Antichità si usava la parola “servus”, che indicava comunque lo “schiavo”, col significato che intendiamo oggi. Resta il fatto però che lo schiavo veniva chiamato “servus”, parola derivante dal verbo “servio”,  che possiede nella realtà due significati: 1 – “faccio il servo” e 2 – “sono schiavo”. C’è da dire però che “faccio il servo” esprime una occupazione e conseguentemente anche una condizione sociale. “Essere schiavo” descrive invece uno stato giuridico, cioè l’appartenenza a qualcuno, in questo caso ad un cittadino titolare di diritti (senza diritti personali per chi si trova nella posizione di schiavo). La ragione per cui…