UNIONE ITALIANA: GRANDE SUCCESSO PER LA 5° EDIZIONE DEL FESTIVAL DELL’ISTROVENETO

  FIUME\ aise\ – Edizione numero 5 per il Festival dell’Istroveneto, manifestazione organizzata dall’Unione Italiana con il sostegno della Regione Istriana, della Città di Buie, dell’Università Popolare di Trieste, del Consiglio per le minoranze della Repubblica di Croazia, e con il patrocinio del Comune di Muggia e della Regione Veneto. Il festival si avvale anche di un contributo finanziario del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana, con i fondi che lo Stato italiano destina alla Comunità Nazionale Italiana in Croazia e Slovenia a valere sulle Convenzioni tra MAECI, l’Unione Italiana e l’Università Popolare di Trieste. La grande novità di quest’anno ha visto gli esecutori di Dimela cantando esibirsi a Muggia, a Capodistria, mentre la serata finale si è svolta, in concomitanza con la chiusura del festival, il 4 giugno a Buie.  Grazie all’interessamento e il sostegno del Comune di Muggia, del Comune Città di Capodistria, della CAN Costiera, nonché…


Merito veronese nella nascita della National Gallery di Londra

Esistono dei quaderni di viaggio, risalenti agli anni ’50 del 1800, che giacciono solenni e forse un po’ polverosi negli archivi della National Gallery di Londra. Tra quei fogli, scritti con una ricamata calligrafia ed un inglese ortodosso, decisamente pulito dalle contaminazioni che lo avrebbero “sporcato” nel decennio successivo, si cela la storia del collezionismo italiano di quegli anni.Fino al 2005, questi taccuini, circa una quarantina, erano un materiale inedito, sul quale pochi si sarebbero cimentati nella traduzione e nell’identificazione, spesso davvero complicata, delle opere in esso citate. Questa sfida è stata accolta con entusiasmo e dedizione, da alcuni giovani laureandi dell’Università Statale di Milano, che hanno reso consultabili nelle biblioteche d’Italia,  queste fonti preziose,  per la ricerca della storia dell’arte. L’autore è Sir Charles Lock Eastlake, noto pittore e scrittore del suo tempo, ma prima di tutto, Primo Direttore della National Gallery di Londra, nel 1855. Possiamo affermare che senza…


MONDIALI SCI ALPINO 2021

CORTINA D’AMPEZZO (BL) 25 Gennaio 2016 E l’iride scelse Cortina.Dopo cinque tentativi andati a vuoto (per il 2013, 2015, 2017 e 2019) il capoluogo ampezzano ottiene dalla Federazione Internazionale di Sci (FIS) un meritato sì.Organizzerà i Mondiali di Sci Alpino del 2021.La nota località turistica già fu sede in passato della manifestazione: nel 1932, 1941 e 1956. Dal 2005 a Bormio (Sondrio) la massima competizione mondiale non tornava sui picchi italici.Due sole nuove opere sono in programma: la pista Anton Sailer, sul Col Drusciè, per le gare di slalom speciale – maschili e femminili – e la strada di accesso al traguardo di Rumerlo. L’attuale pista Olimpia sarà riservata alle gare femminili, mentre la nuova Vertigine Bianca (realizzata collegando piste già esistenti) ospiterà le prove veloci maschili e la Labirinti lo slalom gigante.Il plan prevede inoltre la riqualificazione della ex stazione e della pista da bob.«Raccogliamo finalmente i frutti di…


Pinot Grigio delle Venezie: doc a rischio

E’ a rischio la neonata Doc “Pinot grigio delle Venezie”, che raggrupperà i produttori di Pinot di Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Rischia di saltare, in particolare, la prima campagna vendemmiale di quest’anno, in quanto la tempistica non è sufficiente per completare l’iter istruttorio della domanda di riconoscimento della doc entro il primo agosto, data di inizio della vendemmia. Il motivo? Lungaggini burocratiche e complessità del progetto. Per questo Lorenzo Nicoli, presidente di Confagricoltura Veneto, ha scritto una lettera al ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina chiedendo una proroga del termine, senza la quale “il progetto per cui si è tanto lavorato potrebbe naufragare definitivamente, alimentando la speculazione sui prezzi già in atto e danneggiando gravemente la viticoltura nazionale”. La Doc, spiega infatti Nicoli nella lettera, inviata per conoscenza agli assessori all’Agricoltura del Veneto Giuseppe Pan, del trentino Michele Dallapiccola e del Friuli Venezia Giulia Christiano…


EXPO 2015

La prima Expo di Londra si chiama Great Exhibition of the Works of Industry of All Nations, ovvero grande esibizioni dei lavori dell’industria di tutte le nazioni. Fra i partecipanti manca l’Italia, non ancora diventata nazione, ma ci sono il Granducato di Toscana e lo Stato pontificio. L’evento – per cui gli inglesi costruiscono il Crystal Palace, un edificio di vetro e ferro che verrà distrutto dal fuoco il 30 novembre 1936 – è un grande successo. I visitatori sono sei milioni 39.195 e i guadagni consentono di far partire i lavori per il Victoria & Albert Museum, per il Museo della Scienza e il museo di Storia naturale di Londra. Quattro anni dopo, nel 1855, è la volta di Parigi. I visitatori sono cinque milioni 162.330 e fra i ‘successi’ dell’esposizione si annovera la classificazione dei vini Bordeaux. Nel 1862 la manifestazione torna a Londra, nella zona di South…


Venezia, crolla l’arcata del ponte di Sant’Antonin

VENEZIA. Un’arcata del ponte in pietra d’Istria staccata e caduta in acqua. E a distanza di giorni, nessuno è intervenuto. Così adesso si staccano anche i mattoni e la struttura è pericolante. Succede al ponte di Sant’Antonin, vicino all’Arsenale. Dove urti ripetuti probabilmente dovuti a qualche barcone in ferro, hanno prodotto i risultati che si possono vedere.La denuncia è di un professionista veneziano, che è passato con la sua barca per il rio di Castello. «A oggi nessuno si è interessato», dice, «è una vergogna. Di questo passo il ponte crolla».Ci sono anche i casi di danni dovuti alla vegetazione spontanea, piante che crescono tra un mattone e l’altro. E poi gli scalini in pietra d’Istria spezzati per il passaggio di carretti pesanti con ruote in ferro. Infine gli scarichi da barconi di grandi dimensioni dei “pallet” carichi di merce dei supermercati. Anche qui, ruote in ferro, rumore e danni…


Lesso con la pearà

La pearà è una salsa tipica che si sposa idealmente con il lesso misto. E’ il piatto principe delle tavole domenicali veronesi.Per quanto riguarda la preparazione del lesso è necessario far bollire il manzo e la gallina assieme a carota, cipolla e sedano fino a perfetta cottura delle carni. A parte vengono cotti il cotechino e la testina, bolliti in acqua fino a cottura, la lingua, dapprima lavata e poi bollita per un paio d’ore cambiando l’acqua almeno una volta.Per quanto riguarda la preparazione della pearà è necessario sciogliere in un tegame il midollo di bue con il burro ed un cucchiaio di olio; quando il condimento prende colore vi si aggiunge il brodo caldo nella misura di 2 mestoli per commensale e questo, durante la bollitura sfarinerà il pan grattato. La cottura va fatta a fuoco molto lento per un paio d’ore con sale e pepe e mescolando il…


SICILIANI A CHICAGO: “SICILIA MONDO” INTERVISTA ANTONINO CANCASCI

CATANIA\ aise\ – Antonino Cancasci è il delegato di Sicilia Mondo a Chicago (Illinois) da 20 anni. Nato a Termini Imerese (PA) 86 anni fa, da 50 risiede negli Stati Uniti. Pensionato, ha lavorato come ingegnere elettronico. A lui, l’associazione presieduta da Domenico Azzia, ha chiesto come vive la comunità siciliana in quella parte degli States. “D. Come é vista la situazione italiana nell’Illinois? R. Molto affascinante e attraente, specie che l’Italia è centro artístico, culturale, paesaggistico della Europa. Molti qui desiderano visitarla, alcuni come turisti, altri per visitare parenti. C’è entusiasmo e nostalgia quando rientrano dall’Italia. Vedere le meraviglie di Roma, Venezia e Firenze. Per quelli che vanno in Sicilia, trovano la grande cultura greca e romana. Vista da qui la economia in Italia non é tanto piacevole, molte lotte politiche, difficoltà nel governo, difficoltà pure nelle costruzioni e nel commercio. E pensare che l’Italia era la terza potenza economica…